[it-users] Migrazione a Libre office più agevole

classic Classic list List threaded Threaded
14 messages Options
Mattia Davì Mattia Davì
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

[it-users] Migrazione a Libre office più agevole

Salve.
sono nuovo in lista e vorrei esprimere alcune difficoltà che ho riscontrato
nella mia personale migrazione a Libreoffice.
Sono personalmente convinto che sia uno strumento molto potente, ma che
spesso viene poco utilizzato a causa della difficile migrazione da un
sistema di office.
Office ha il vantaggio di essere molto facile ed immediato per l'utente
finale che lo utilizza: gli stili impostati sono molto belli e funzionali,
i modelli progettuali delle presentazioni sono efficaci, ecc.
E' possibile creare delle estensioni analoghe per libreoffice? In questo
modo la migrazione dei nuovi utenti potrebbe essere facilitata di molto...
Grazie dell'attenzione
Cordiali saluti

Mattia Davì

--
Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
Problemi? http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
Linee guida per postare + altro: http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e non sono eliminabili
Marco Ciampa Marco Ciampa
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole

On Wed, Jun 18, 2014 at 09:30:09AM +0200, Mattia Davì wrote:

> Salve.
> sono nuovo in lista e vorrei esprimere alcune difficoltà che ho riscontrato
> nella mia personale migrazione a Libreoffice.
> Sono personalmente convinto che sia uno strumento molto potente, ma che
> spesso viene poco utilizzato a causa della difficile migrazione da un
> sistema di office.
> Office ha il vantaggio di essere molto facile ed immediato per l'utente
> finale che lo utilizza: gli stili impostati sono molto belli e funzionali,
> i modelli progettuali delle presentazioni sono efficaci, ecc.
> E' possibile creare delle estensioni analoghe per libreoffice? In questo
> modo la migrazione dei nuovi utenti potrebbe essere facilitata di molto...
> Grazie dell'attenzione
> Cordiali saluti

Il fatto è che è una migrazione comporta sempre uno sforzo, altrimenti
non sarebbe una migrazione.

Si è abituati ad usare uno strumento, passare ad un altro necessita di
uno sforzo maggiore alle volte che partire da zero.

Le difficoltà che tu testimoni, non lo metto in dubbio, sono reali, ma
sono difficilmente superabili, secondo me, perché non derivano dalla
maggiore o minore difficoltà di una piattaforma o l'altra, ma da
un'abitudine, che ha impiegato risorse per radicarsi e che necessita
di altrettante risorse se non maggiori per eliminarsi.

A testimonianza di ciò posso dire che personalmente, corroborato
da testimonianze di colleghi e colleghe, anche non informatici che
confermano, considero l'utilizzo di Open/LibreOffice molto più
semplice, soprattutto nella gestione degli stili di Writer
rispetto a Word.

Il salto poi con le nuove versioni di Office secondo me è abissale.
Trovo le nuove versioni di Microsoft Office addirittura inusabili da
quanto sono scomode. Ricordo di aver letto da qualche parte su Internet,
ma non ricordo a memoria dove, che alcuni studi indipendenti
sull'usabilità confermerebbero che le nuove versioni di Office _non_ sono
più facili da usare, anzi...

--


Marco Ciampa

"L'utopia sta all'orizzonte. Mi avvicino  di due passi, lei si allontana
di due  passi. Faccio dieci  passi e  l'orizzonte si allontana  di dieci
passi.  Per quanto cammini, non la raggiungerò  mai. A cosa serve
l'utopia? A questo: serve a camminare."              Eduardo Galeano

+--------------------+
| Linux User  #78271 |
| FSFE fellow   #364 |
+--------------------+


--
Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
Problemi? http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
Linee guida per postare + altro: http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e non sono eliminabili

vecchio pippo vecchio pippo
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole

In reply to this post by Mattia Davì
Premetto che ho 60 anni, sono della generazione dei fosfori verdi
e quindi il mio approccio e' "forse" un po' datato.

Ho cominciato ad interessarmi a Open Office quando Microsoft
ha abbandonato l'interfaccia tradizionale  (mi pare fosse la
versione 2007), e mi ha riempito lo schermo di quegli enormi
menu' preconfezionati (configurabili si, ma con che fatica).
Capisco che un nuovo utente possa trovarli comodi, ma lasciatemi
citare Richard Stallman: "Da un punto di vista tecnico si tratta di
progresso, ma e' davvero progresso in termini sociali ed etici?".

Scusate so l'ho messa giu' un po' pesante, ma la cosa mi sta
particolarmente a cuore. Spero proprio che Libre Office non
evolva mai in quel senso.

pippo

Il 18/06/2014 09.30, Mattia Davì ha scritto:

> Salve.
> sono nuovo in lista e vorrei esprimere alcune difficoltà che ho riscontrato
> nella mia personale migrazione a Libreoffice.
> Sono personalmente convinto che sia uno strumento molto potente, ma che
> spesso viene poco utilizzato a causa della difficile migrazione da un
> sistema di office.
> Office ha il vantaggio di essere molto facile ed immediato per l'utente
> finale che lo utilizza: gli stili impostati sono molto belli e funzionali,
> i modelli progettuali delle presentazioni sono efficaci, ecc.
> E' possibile creare delle estensioni analoghe per libreoffice? In questo
> modo la migrazione dei nuovi utenti potrebbe essere facilitata di molto...
> Grazie dell'attenzione
> Cordiali saluti
>
> Mattia Davì
>

--


-----------------------------------------------

Rispetta l’ambiente. Hai davvero bisogno di stampare questa mail?

Comunichiamo in sicurezza, vai su www.gpg4win.org
Scarica la mia chiave da keyserver.pgp.com


--
Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
Problemi? http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
Linee guida per postare + altro: http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e non sono eliminabili
Mattia Davì Mattia Davì
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole

In reply to this post by Marco Ciampa
Vero Marco,
una migrazione necessita di uno sforzo...ma trovo interessante la gestione
grafica delle versioni office da 2007 in avanti perchè sono molto
user-friendly e facili anche per chi non ha alcuna dimestichezza...vedi la
facilità di progettazione in powerpoint, vedi la formattazione di tabelle
in word, ecc...
Non dico di usare office, ma di creare stili pre-confezionati in libre
office...e a mio avviso si può fare..
si tratta di creare delle impostazioni più o meno standard per gli utenti
che non hanno tutte le volte il tempo di creare degli stili o altro...



Il giorno 18 giugno 2014 10:27, Marco Ciampa <[hidden email]> ha scritto:

> On Wed, Jun 18, 2014 at 09:30:09AM +0200, Mattia Davì wrote:
> > Salve.
> > sono nuovo in lista e vorrei esprimere alcune difficoltà che ho
> riscontrato
> > nella mia personale migrazione a Libreoffice.
> > Sono personalmente convinto che sia uno strumento molto potente, ma che
> > spesso viene poco utilizzato a causa della difficile migrazione da un
> > sistema di office.
> > Office ha il vantaggio di essere molto facile ed immediato per l'utente
> > finale che lo utilizza: gli stili impostati sono molto belli e
> funzionali,
> > i modelli progettuali delle presentazioni sono efficaci, ecc.
> > E' possibile creare delle estensioni analoghe per libreoffice? In questo
> > modo la migrazione dei nuovi utenti potrebbe essere facilitata di
> molto...
> > Grazie dell'attenzione
> > Cordiali saluti
>
> Il fatto è che è una migrazione comporta sempre uno sforzo, altrimenti
> non sarebbe una migrazione.
>
> Si è abituati ad usare uno strumento, passare ad un altro necessita di
> uno sforzo maggiore alle volte che partire da zero.
>
> Le difficoltà che tu testimoni, non lo metto in dubbio, sono reali, ma
> sono difficilmente superabili, secondo me, perché non derivano dalla
> maggiore o minore difficoltà di una piattaforma o l'altra, ma da
> un'abitudine, che ha impiegato risorse per radicarsi e che necessita
> di altrettante risorse se non maggiori per eliminarsi.
>
> A testimonianza di ciò posso dire che personalmente, corroborato
> da testimonianze di colleghi e colleghe, anche non informatici che
> confermano, considero l'utilizzo di Open/LibreOffice molto più
> semplice, soprattutto nella gestione degli stili di Writer
> rispetto a Word.
>
> Il salto poi con le nuove versioni di Office secondo me è abissale.
> Trovo le nuove versioni di Microsoft Office addirittura inusabili da
> quanto sono scomode. Ricordo di aver letto da qualche parte su Internet,
> ma non ricordo a memoria dove, che alcuni studi indipendenti
> sull'usabilità confermerebbero che le nuove versioni di Office _non_ sono
> più facili da usare, anzi...
>
> --
>
>
> Marco Ciampa
>
> "L'utopia sta all'orizzonte. Mi avvicino  di due passi, lei si allontana
> di due  passi. Faccio dieci  passi e  l'orizzonte si allontana  di dieci
> passi.  Per quanto cammini, non la raggiungerò  mai. A cosa serve
> l'utopia? A questo: serve a camminare."              Eduardo Galeano
>
> +--------------------+
> | Linux User  #78271 |
> | FSFE fellow   #364 |
> +--------------------+
>
>
> --
> Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
> Problemi?
> http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
> Linee guida per postare + altro:
> http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
> Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
> Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e
> non sono eliminabili
>
>

--
Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
Problemi? http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
Linee guida per postare + altro: http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e non sono eliminabili
Davide Ballan Davide Ballan
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

R: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole

Ciao a tutti!
Io a lavoro sono appena passato da MS Office 2003 a 2013 e quindi da un'impostazione grafica dei comandi simile a quella di LO a quella nuova di MS Office da 2007 in poi. Sinceramente sto impazzendo per trovare i comandi, mi sembra tutto una gran confusione. Mi pare disordinato e con poco "contrasto" tra i vari elementi.
Sarà sicuramente per abitudine ma preferisco l'impostazione di LO che del resto era simile al vecchio MS Office e quindi la migrazione era sicuramente più agevole.
Però tutte queste  sono opinioni personali e pertanto c'è chi come Mattia si trovi meglio con la nuova veste grafica di MS office.

Proporrei, se la cosa non comporta troppi sforzi di progettazione sw, di poter scegliere tra le due impostazioni grafiche dei comandi dell'interfaccia utente visto che poi le operazioni svolte dal PC sono le stesse.

Davide


-----Messaggio originale-----
Da: Mattia Davì [mailto:[hidden email]]
Inviato: mercoledì 18 giugno 2014 10:44
A: [hidden email]
Oggetto: Re: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole

Vero Marco,
una migrazione necessita di uno sforzo...ma trovo interessante la gestione grafica delle versioni office da 2007 in avanti perchè sono molto user-friendly e facili anche per chi non ha alcuna dimestichezza...vedi la facilità di progettazione in powerpoint, vedi la formattazione di tabelle in word, ecc...
Non dico di usare office, ma di creare stili pre-confezionati in libre office...e a mio avviso si può fare..
si tratta di creare delle impostazioni più o meno standard per gli utenti che non hanno tutte le volte il tempo di creare degli stili o altro...



Il giorno 18 giugno 2014 10:27, Marco Ciampa <[hidden email]> ha scritto:

> On Wed, Jun 18, 2014 at 09:30:09AM +0200, Mattia Davì wrote:
> > Salve.
> > sono nuovo in lista e vorrei esprimere alcune difficoltà che ho
> riscontrato
> > nella mia personale migrazione a Libreoffice.
> > Sono personalmente convinto che sia uno strumento molto potente, ma
> > che spesso viene poco utilizzato a causa della difficile migrazione
> > da un sistema di office.
> > Office ha il vantaggio di essere molto facile ed immediato per
> > l'utente finale che lo utilizza: gli stili impostati sono molto
> > belli e
> funzionali,
> > i modelli progettuali delle presentazioni sono efficaci, ecc.
> > E' possibile creare delle estensioni analoghe per libreoffice? In
> > questo modo la migrazione dei nuovi utenti potrebbe essere
> > facilitata di
> molto...
> > Grazie dell'attenzione
> > Cordiali saluti
>
> Il fatto è che è una migrazione comporta sempre uno sforzo, altrimenti
> non sarebbe una migrazione.
>
> Si è abituati ad usare uno strumento, passare ad un altro necessita di
> uno sforzo maggiore alle volte che partire da zero.
>
> Le difficoltà che tu testimoni, non lo metto in dubbio, sono reali, ma
> sono difficilmente superabili, secondo me, perché non derivano dalla
> maggiore o minore difficoltà di una piattaforma o l'altra, ma da
> un'abitudine, che ha impiegato risorse per radicarsi e che necessita
> di altrettante risorse se non maggiori per eliminarsi.
>
> A testimonianza di ciò posso dire che personalmente, corroborato da
> testimonianze di colleghi e colleghe, anche non informatici che
> confermano, considero l'utilizzo di Open/LibreOffice molto più
> semplice, soprattutto nella gestione degli stili di Writer rispetto a
> Word.
>
> Il salto poi con le nuove versioni di Office secondo me è abissale.
> Trovo le nuove versioni di Microsoft Office addirittura inusabili da
> quanto sono scomode. Ricordo di aver letto da qualche parte su
> Internet, ma non ricordo a memoria dove, che alcuni studi indipendenti
> sull'usabilità confermerebbero che le nuove versioni di Office _non_
> sono più facili da usare, anzi...
>
> --
>
>
> Marco Ciampa
>
> "L'utopia sta all'orizzonte. Mi avvicino  di due passi, lei si
> allontana di due  passi. Faccio dieci  passi e  l'orizzonte si
> allontana  di dieci passi.  Per quanto cammini, non la raggiungerò  mai. A cosa serve
> l'utopia? A questo: serve a camminare."              Eduardo Galeano
>
> +--------------------+
> | Linux User  #78271 |
> | FSFE fellow   #364 |
> +--------------------+
>
>
> --
> Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
> Problemi?
> http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
> Linee guida per postare + altro:
> http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
> Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
> Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati
> pubblicamente e non sono eliminabili
>
>

--
Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
Problemi? http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
Linee guida per postare + altro: http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e non sono eliminabili


--
Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
Problemi? http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
Linee guida per postare + altro: http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e non sono eliminabili
italovignoli italovignoli
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole

On 18/06/14 10:59, Davide Ballan wrote:

> Proporrei, se la cosa non comporta troppi sforzi di progettazione sw,
> di poter scegliere tra le due impostazioni grafiche dei comandi
> dell'interfaccia utente visto che poi le operazioni svolte dal PC
> sono le stesse.

L'interfaccia "ribbon" delle ultime versioni di Office è protetta da
circa 30 brevetti, e non può essere riprodotta. E' stata sviluppata per
creare differenza visuale con OOo/LibreOffice pur essendo inferiore
sotto il profilo ergonomico (il numero delle operazioni necessarie per
arrivare allo stesso risultato è sempre maggiore).

L'interfaccia fa parte integrante della strategia di lock-in 2.0 di
Microsoft, insieme alle C-Font (Calibri, eccetera) e al formato OOXML
pseudo-standard.

La risposta alla domanda iniziale è la seguente: se vuoi utilizzare
LibreOffice perché hai capito che protegge la tua libertà di utente e ti
consente di rompere il legame con un unico vendor che determina sia le
tue necessità sia i tuoi diritti (è necessario leggere l'EULA, ma è un
esercizio istruttivo), allora devi fare un po' di sforzo per usare
LibreOffice (perché la libertà non è mai gratis, ma si conquista).

Se invece vuoi usare LibreOffice perché è gratis, e pensi che debba
essere un clone di Microsoft Office in tutto e per tutto, allora vai nel
primo negozio vicino a casa tua e compra una licenza di Microsoft Office.

Scusate la franchezza. Ciao, Italo

--
Italo Vignoli - [hidden email]
mob IT +39.348.5653829 - mob EU +39.392.7481795
sip [hidden email] - skype italovignoli
GPG Key ID - 0xAAB8D5C0
DB75 1534 3FD0 EA5F 56B5 FDA6 DE82 934C AAB8 D5C0

--
Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
Problemi? http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
Linee guida per postare + altro: http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e non sono eliminabili
Italo Vignoli
Director - The Document Foundation
Felix_55 Felix_55
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole

Il 18/06/2014 11:39, Italo Vignoli ha scritto:

> On 18/06/14 10:59, Davide Ballan wrote:
>
>> Proporrei, se la cosa non comporta troppi sforzi di progettazione sw,
>> di poter scegliere tra le due impostazioni grafiche dei comandi
>> dell'interfaccia utente visto che poi le operazioni svolte dal PC
>> sono le stesse.
> L'interfaccia "ribbon" delle ultime versioni di Office (...)
>
> (...) allora vai nel primo negozio vicino a casa tua e compra una licenza di Microsoft Office.
>
> Scusate la franchezza. Ciao, Italo

Regola "prima": non dare da mangiare ai trolls ;-)))
Felice

--
Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
Problemi? http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
Linee guida per postare + altro: http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e non sono eliminabili

Gabriele Ponzo Gabriele Ponzo
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole

In reply to this post by italovignoli
Il giorno 18 giugno 2014 11:39, Italo Vignoli <[hidden email]> ha
scritto:

> On 18/06/14 10:59, Davide Ballan wrote:
> […]
>
> La risposta alla domanda iniziale è la seguente: se vuoi utilizzare
> LibreOffice perché hai capito che protegge la tua libertà di utente e ti
> consente di rompere il legame con un unico vendor che determina sia le
> tue necessità sia i tuoi diritti (è necessario leggere l'EULA, ma è un
> esercizio istruttivo), allora devi fare un po' di sforzo per usare
> LibreOffice (perché la libertà non è mai gratis, ma si conquista).
>
> Se invece vuoi usare LibreOffice perché è gratis, e pensi che debba
> essere un clone di Microsoft Office in tutto e per tutto, allora vai nel
> primo negozio vicino a casa tua e compra una licenza di Microsoft Office.
>
> Anche ieri stavo iniziando un libro di istruzioni per una macchina di un
cliente ed ho dovuto investire una mezz'oretta in Writer per definire gli
stili.

Ma la questione è molto soggettiva: posso essere d'accordo sul fatto che
quelli di default non siano eccelsi, ma magari per altri lo sono e vanno
benissimo, e se ne potrebbe discutere all'infinito.

Sicuramente, però, come dice Italo, la libertà ha un prezzo (anche qualche
bug qua e là, ad es.) ma sono ben contento di "pagarlo in cambio" di tutti
i valori e della community che vive dietro LO.

Concludendo, forse sarebbe gradevole e comodo avere delle estensioni e/o
dei pacchetti di stili (che comunque trovi tra i Templates sul sito e ne è
un'ottima fonte la User Guide di LO) ma le risorse sono quelle che sono ed
hanno già il loro bel da fare con le migliorie al codice.

Il bello del Software Libero però è che ciò che non c'è si può creare e lo
può far chiunque!
Pertanto potresti provare a creare dei templates con i tuoi stili preferiti
(da cui puoi richiamarli in qualsiasi documento, vedi User Guide Pag. 175)
e magari condividerlo sul sito per tutti ;)

Spero di aver dato buoni spunti.
---
Gabriele Ponzo


> Scusate la franchezza. Ciao, Italo
>
> --
> Italo Vignoli - [hidden email]
> mob IT +39.348.5653829 - mob EU +39.392.7481795
> sip [hidden email] - skype italovignoli
> GPG Key ID - 0xAAB8D5C0
> DB75 1534 3FD0 EA5F 56B5 FDA6 DE82 934C AAB8 D5C0
>
> --
> Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
> Problemi?
> http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
> Linee guida per postare + altro:
> http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
> Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
> Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e
> non sono eliminabili
>

--
Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
Problemi? http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
Linee guida per postare + altro: http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e non sono eliminabili
Marco Ciampa Marco Ciampa
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole

In reply to this post by Mattia Davì
On Wed, Jun 18, 2014 at 10:43:45AM +0200, Mattia Davì wrote:
> Vero Marco,
> una migrazione necessita di uno sforzo...

bene almeno su questo siamo daccordo.

> ma trovo interessante la gestione
> grafica delle versioni office da 2007 in avanti

interessante è interessante, soprattutto capendo bene le motivazioni (che
_non_ sono ergonomiche ma economiche) che hanno portato a crearla, almeno
per quello che molti osservatori (giornalisti e opinionisti) hanno concluso...

> perchè sono molto user-friendly e facili

questo abbiamo già concluso che è soggettivo e in generale non è vero, se
non per una minoranza degli utenti.

> anche per chi non ha alcuna dimestichezza...

no _solo_ per chi non ha dimestichezza (ergo esperienza pregressa)
altrimenti facendo un confronto con la vecchia interfaccia è
meglio tornare indietro.

> vedi la facilità di progettazione in powerpoint,

powerpoint è l'unico pezzo della suite di MSO che secondo me (ma anche
secondo altre persone) che è fatto leggermente meglio (per ora) di
AOO/LibO, ma era fatto meglio già con le vecchie versioni e il cambio di
interfaccia non lo ha migliorato molto.
In compenso nel campo presentazioni il campione del software proprietario
non è di MS ma di Apple con KeyNote e, secondo me, LibO dovrebbe
guardare quello a esempio...

> vedi la formattazione di tabelle in word, ecc...

Che sono il problema principale di tutti i documenti prodotti dalla PA.
Le tabelle in un programma di video scrittura sono un concetto _sbagliato_
e andrebbero usate il meno possibile.

> Non dico di usare office, ma di creare stili pre-confezionati in libre
> office...

che ci sono già e che uso tutti i giorni comodamente...

>e a mio avviso si può fare..

eh certo, ci sono già...

> si tratta di creare delle impostazioni più o meno standard per gli utenti

ma ci sono già...

> che non hanno tutte le volte il tempo di creare degli stili o altro...

appunto. Un programma ben fatto non dovrebbe far perdere
troppo tempo a personalizzarlo...

PS: bisognerebbe evitare il top posting, per educazione...

http://it.wikipedia.org/wiki/Top-posting


--


Marco Ciampa

"L'utopia sta all'orizzonte. Mi avvicino  di due passi, lei si allontana
di due  passi. Faccio dieci  passi e  l'orizzonte si allontana  di dieci
passi.  Per quanto cammini, non la raggiungerò  mai. A cosa serve
l'utopia? A questo: serve a camminare."              Eduardo Galeano

+--------------------+
| Linux User  #78271 |
| FSFE fellow   #364 |
+--------------------+


--
Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
Problemi? http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
Linee guida per postare + altro: http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e non sono eliminabili

giovanni caluri giovanni caluri
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

R: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole

Evito di ripostare tutto il msg e la risposta di Marco
ma vorrei fare un'osservazione in particolare sull'argomento
tabelle.
Un word processor (programma di scrittura) non dovrebbe avere
nemmeno la possibilità di costruire tabelle.
dovrebbe solo permetterti di costruire (e bene e con facilità)
testi, anche elaborati, ma SOLO TESTI.
Anche l'inclusione di immagini in Word (qualunque versione) è
problematica (vedi il mio post a proposito delle immagine di un file
fatto con Word 2003 che vengono importate sia su Libre Office sia su
Open Office in maniera distorta).
Per costruire pagine di manuali di libri ecc. ci sono altri
strumenti.
Io sono rimasto particolarmente affezionato ad un prodotto che
purtroppo Adobe non supporta più su win7 che è PageMaker (dalla
versione 6.5 alla 7) con il quale ho potuto realizzare anche
l'impaginazione di un libro piuttosto complesso.
La tabella o l'immagine le piazzi /esattamente/ dove vuoi, come
vuoi, nella scala che ti serve e se si tratta di un'immagine, la
posizioni esattamente.
Poi tiri fuori il tuo bravo PDF alla risoluzione che vuoi e il tuo
documento diventa immutabile e se vuoi pure firmato in digitale e
con tanto di PGP
Esistono sempre di Adobe che ha fuso Quark Express con Page Maker
altri prodotti.
Ma per fare manuali seri e documenti complessi devi utilizzare un
prodotto pensato "da tipografi"
Altrimenti uscirà sempre un documento abborracciato, che se vuoi
aggiornare o modificare sballerà sempre l'impaginazione e ti farà
lavorare il doppio.
Libre office fa già le capriole, non pretendiamo troppo di più
Giovanni Caluri

mailto: [hidden email]


--
Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
Problemi? http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
Linee guida per postare + altro: http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e non sono eliminabili

relosrl relosrl
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: R: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole

Il 18/06/2014 16.27, giovanni caluri ha scritto:

> Ma per fare manuali seri e documenti complessi devi utilizzare un
> prodotto pensato "da tipografi"
> Altrimenti uscirà sempre un documento abborracciato, che se vuoi
> aggiornare o modificare sballerà sempre l'impaginazione e ti farà
> lavorare il doppio.
Scribus,
http://www.scribus.net
è esattamente questo. Un Desktop Publishing open source.

--
Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
Problemi? http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
Linee guida per postare + altro: http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e non sono eliminabili

giovanni caluri giovanni caluri
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

R: R: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole

 > -----Messaggio originale-----
> Da: relosrl [mailto:[hidden email]]
> Inviato: mercoledì 18 giugno 2014 16:51
> A: Libre Office utenti
> Oggetto: Re: R: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole
>
> Il 18/06/2014 16.27, giovanni caluri ha scritto:
>
> > Ma per fare manuali seri e documenti complessi devi utilizzare
un
> > prodotto pensato "da tipografi"
> > Altrimenti uscirà sempre un documento abborracciato, che se vuoi
> > aggiornare o modificare sballerà sempre l'impaginazione e ti
farà
> > lavorare il doppio.
> Scribus,
> http://www.scribus.net
> è esattamente questo. Un Desktop Publishing open source.

Non lo sapevo...
sono andato sulla homepage.
Sembra interessante, ma, se lo sai e prima di imbarcarmi, ti faccio
il domandone:
Ammesso che tu conosca PageMaker e (quasi di sicuro) Word (2003), si
riesce ad importare materiale impaginato con quei programmi?
Word ovviamente con figure e disegni inclusi da un copia-incolla da
Autocad e Orcad - non serve a me direttamente ma è un amico che mi
piacerebbe aiutare.
Quanto ad importare i files da PageMaker è sicuramente un'impresa,
ma se facesse questo...
Sto mantenendo in vita un notebook da 17" con XP, perchè ho sopra un
libro di 1600 pagine bilingue in sinossi, con tanto di impaginazione
in quartine dei suoi PDF, che non voglio perdere e tantomeno
ripartire a impaginare ripartendo dai files word del traduttore.
Giovanni Caluri

mailto: [hidden email]


--
Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
Problemi? http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
Linee guida per postare + altro: http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e non sono eliminabili

Marco Ciampa Marco Ciampa
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: R: R: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole

On Wed, Jun 18, 2014 at 06:49:58PM +0200, giovanni caluri wrote:

>  > -----Messaggio originale-----
> > Da: relosrl [mailto:[hidden email]]
> > Inviato: mercoledì 18 giugno 2014 16:51
> > A: Libre Office utenti
> > Oggetto: Re: R: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole
> >
> > Il 18/06/2014 16.27, giovanni caluri ha scritto:
> >
> > > Ma per fare manuali seri e documenti complessi devi utilizzare
> un
> > > prodotto pensato "da tipografi"
> > > Altrimenti uscirà sempre un documento abborracciato, che se vuoi
> > > aggiornare o modificare sballerà sempre l'impaginazione e ti
> farà
> > > lavorare il doppio.
> > Scribus,
> > http://www.scribus.net
> > è esattamente questo. Un Desktop Publishing open source.
>
> Non lo sapevo...
> sono andato sulla homepage.
> Sembra interessante, ma, se lo sai e prima di imbarcarmi, ti faccio
> il domandone:
> Ammesso che tu conosca PageMaker e (quasi di sicuro) Word (2003), si
> riesce ad importare materiale impaginato con quei programmi?

No però importa da Open/LibreOffice (fino a che punto non so).

> Word ovviamente con figure e disegni inclusi da un copia-incolla da
> Autocad e Orcad - non serve a me direttamente ma è un amico che mi
> piacerebbe aiutare.

Per le ragioni che tu hai esposto non è possibile, dato che dovrebbero
dedicare più tempo ai filtri di importazione che allo sviluppo del
programma stesso.

> Quanto ad importare i files da PageMaker è sicuramente un'impresa,
> ma se facesse questo...

Ti disilludo però ti posso dire che Scribus è _veramente_ un
ottimo programma. L'abbiamo usato per anni per fare il
giornalino della scuola: è stata la scuola con il giornale
impaginato meglio di tutta la città...

> Sto mantenendo in vita un notebook da 17" con XP, perchè ho sopra un
> libro di 1600 pagine bilingue in sinossi, con tanto di impaginazione
> in quartine dei suoi PDF, che non voglio perdere e tantomeno
> ripartire a impaginare ripartendo dai files word del traduttore.

Scribus è simile come impostazione a QuarXpress. Produce un file xml che
fa riferimento a immagini e font presenti localmente nella cartella dove
stai lavorando. Produce dei PDF di qualità tipografica.
Non ti aiuterà per questo ma è un ottimo strumento da imparare ad usare.

Questa guida l'ha scritta una mia amica:

http://www.lugbz.org/activities/workshops/scribus-tutorial

--


Marco Ciampa

"L'utopia sta all'orizzonte. Mi avvicino  di due passi, lei si allontana
di due  passi. Faccio dieci  passi e  l'orizzonte si allontana  di dieci
passi.  Per quanto cammini, non la raggiungerò  mai. A cosa serve
l'utopia? A questo: serve a camminare."              Eduardo Galeano

+--------------------+
| Linux User  #78271 |
| FSFE fellow   #364 |
+--------------------+


--
Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
Problemi? http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
Linee guida per postare + altro: http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e non sono eliminabili

Mattia Davì Mattia Davì
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: R: R: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole

Grazie, come sempre, a Marco.
Mi dicevi che esistono già alcune configurazioni...potreste indicarmele?
Magari adesso proverò ad impostare qualche stile...
Anche per impress...magari riesco a fare qualche cosuccia...
Intanto è vero che non si dovrebbero utilizzare le tabelle ma è anche vero
che nelle pa si sono abituati all'uso e adesso? Possiamo farli tornare
indietro, vero...ma personalmente credo sia più semplice trovare un modo
per impostare il padding giusto su writer...
Saluti

Mattia


Il giorno 18 giugno 2014 19:09, Marco Ciampa <[hidden email]> ha scritto:

> On Wed, Jun 18, 2014 at 06:49:58PM +0200, giovanni caluri wrote:
> >  > -----Messaggio originale-----
> > > Da: relosrl [mailto:[hidden email]]
> > > Inviato: mercoledì 18 giugno 2014 16:51
> > > A: Libre Office utenti
> > > Oggetto: Re: R: [it-users] Migrazione a Libre office più agevole
> > >
> > > Il 18/06/2014 16.27, giovanni caluri ha scritto:
> > >
> > > > Ma per fare manuali seri e documenti complessi devi utilizzare
> > un
> > > > prodotto pensato "da tipografi"
> > > > Altrimenti uscirà sempre un documento abborracciato, che se vuoi
> > > > aggiornare o modificare sballerà sempre l'impaginazione e ti
> > farà
> > > > lavorare il doppio.
> > > Scribus,
> > > http://www.scribus.net
> > > è esattamente questo. Un Desktop Publishing open source.
> >
> > Non lo sapevo...
> > sono andato sulla homepage.
> > Sembra interessante, ma, se lo sai e prima di imbarcarmi, ti faccio
> > il domandone:
> > Ammesso che tu conosca PageMaker e (quasi di sicuro) Word (2003), si
> > riesce ad importare materiale impaginato con quei programmi?
>
> No però importa da Open/LibreOffice (fino a che punto non so).
>
> > Word ovviamente con figure e disegni inclusi da un copia-incolla da
> > Autocad e Orcad - non serve a me direttamente ma è un amico che mi
> > piacerebbe aiutare.
>
> Per le ragioni che tu hai esposto non è possibile, dato che dovrebbero
> dedicare più tempo ai filtri di importazione che allo sviluppo del
> programma stesso.
>
> > Quanto ad importare i files da PageMaker è sicuramente un'impresa,
> > ma se facesse questo...
>
> Ti disilludo però ti posso dire che Scribus è _veramente_ un
> ottimo programma. L'abbiamo usato per anni per fare il
> giornalino della scuola: è stata la scuola con il giornale
> impaginato meglio di tutta la città...
>
> > Sto mantenendo in vita un notebook da 17" con XP, perchè ho sopra un
> > libro di 1600 pagine bilingue in sinossi, con tanto di impaginazione
> > in quartine dei suoi PDF, che non voglio perdere e tantomeno
> > ripartire a impaginare ripartendo dai files word del traduttore.
>
> Scribus è simile come impostazione a QuarXpress. Produce un file xml che
> fa riferimento a immagini e font presenti localmente nella cartella dove
> stai lavorando. Produce dei PDF di qualità tipografica.
> Non ti aiuterà per questo ma è un ottimo strumento da imparare ad usare.
>
> Questa guida l'ha scritta una mia amica:
>
> http://www.lugbz.org/activities/workshops/scribus-tutorial
>
> --
>
>
> Marco Ciampa
>
> "L'utopia sta all'orizzonte. Mi avvicino  di due passi, lei si allontana
> di due  passi. Faccio dieci  passi e  l'orizzonte si allontana  di dieci
> passi.  Per quanto cammini, non la raggiungerò  mai. A cosa serve
> l'utopia? A questo: serve a camminare."              Eduardo Galeano
>
> +--------------------+
> | Linux User  #78271 |
> | FSFE fellow   #364 |
> +--------------------+
>
>
> --
> Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
> Problemi?
> http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
> Linee guida per postare + altro:
> http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
> Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
> Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e
> non sono eliminabili
>
>

--
Come cancellarsi: E-mail [hidden email]
Problemi? http://it.libreoffice.org/supporto/mailing-lists/come-cancellarsi/
Linee guida per postare + altro: http://wiki.documentfoundation.org/Local_Mailing_Lists/it
Archivio della lista: http://listarchives.libreoffice.org/it/users/
Tutti i messaggi inviati a questa lista vengono archiviati pubblicamente e non sono eliminabili